Andare in vacanza spendendo poco

Buzzoole

logo-expo-457x457

Andare in vacanza spendendo poco

Quest’anno è stato un anno particolare economicamente, abbiamo rifatto i bagni in casa, si è sposata mia sorella praticamente siamo rimasti quasi al verde, però io volevo andare a vedere l’EXPO quindi ho fatto di tutto per cercare di rendere questo viaggio il più low cost possibile.

Per prima cosa mi sono documentata attraverso i miei fidati libri. Poi sono passata all’azione, ho acquistato i biglietti expo pagandoli 100 euro invece di 200, come ho fatto? Semplice! Ho trovato un’amica che avesse la scheda COOP (si possono acquistare fino a 15 biglietti) poi sono andata sul loro sito e scegliendo due date consecutive bloccate, più il 30% di sconto come socio COOP i biglietti mi sono costati la metà.

Biglietto aereo: ormai per Milano volo solo con Easyjet, partenza la mattina presto e di domenica, che non capisco perché la partenza il lunedì costa un botto.

Parcheggio auto un po’ fuori dall’aeroporto costa 1/3 di quelli all’interno, hanno la navetta da e per stazione o aeroporto 24h su 24.

Pernottamento solo booking che assicura il miglior prezzo garantito ed è sinonimo di un minimo di standard di qualità.

Per il carburante che ci servirà a raggiungere l’aeroporto (da casa mia sono 50 km e calcolando anche il ritorno mi conviene fare il pieno.)

ip_picture

Sono venuta a conoscenza del Nuovo Concorso Premiati Clienti IP che danno l’opportunità di vincere Buoni Carburante del valore di 2€, 5€, 10€, 20€

E in palio ci sono ben 200 Buoni Carburante al giorno! Il Concorso è un Istant Win con partecipazione semplice ed risposta immediata.
I Clienti, per partecipare al concorso devono:
 Recarsi su un Punto Vendita IP aderente al Programma IP PREMIA
 Fare rifornimento al Self di almeno 5€
 Prima del rifornimento richiedere lo scontrino con il codice promozionale
 Giocare il codice promozionale tramite SMS al numero 320.20.41.941, l’app Stazioni IP, il sito www.ippremia.gruppoapi.com
 Attendere l’esito della giocata

Non mi resta che augurarvi buona fortuna!


Potrebbero interessarti anche:

Piccolo Imperatore e Piccola Imperatrice Internazionale 2016.

shutterstock_124580950_2-300x200

Piccolo Imperatore e Piccola Imperatrice Internazionale 2016.

 

Che ne dite di partecipare a questo concorso? Ecco come si fa: i genitori iscrivono i figli al sito World Happy Children, creano il profilo del loro bambino/i di (3-13 anni) pagano 10 £ e caricano una foto e una breve descrizione.

Il premio: i due bambini con più voti (un maschio e una femmina) saranno invitati a Londra GRATIS e All Inclusive.
Vitto, alloggio, volo, trasporti e assicurazione saranno completamente a carico dell’azienda World Happy Children.

Il pacchetto copre le spese per il bambino e per un genitore.

I bimbi vincitori di ogni nazione partecipante si incontreranno a Londra a marzo 2016 dove saranno i protagonisti di una grande festa e avranno la possibilità di vincere una corona e una tiara preziosa e essere quindi incoronati Piccolo Imperatore e Piccola Imperatrice Internazionale 2016.

Ogni giorno il bambino dovrà coinvolgere amici e famigliari a votare la propria foto sul sito World Happy Children.

Chiunque può votare i bambini (parenti, conoscenti o chiunque abbia accesso a Internet).

Il 31 dicembre 2015 a mezzanotte (ora di Londra) si chiuderà il contest.

I 2 bambini (un maschio e una femmina) con il maggior numero di voti voleranno a Londra insieme alla mamma o al papà o insieme a un tutor.

Questa è la foto di First con cui ho partecipato io. Se vi va di votarlo questo è il link grazie Angela

piccolo imperatore

 


Potrebbero interessarti anche:

Ford C-max l’auto pensata per la famiglia

Ford Ccmax l'auto pensata per la famiglia

Ford C-max l’auto pensata per la famiglia

BuzzooleLa Ford C-max è un’auto che ha il sistema “Hands Free Liftgate” ovvero l’automobile possiede un sistema tecnologico per aprire il portellone posteriore senza mani (impegnate con pacchi, valige etc…) soltanto con un semplice gesto del piede sotto il portellone. E niente io voglio l’auto con il portellone che si alza da solo!

Ogni volta che prendi le chiavi per aprire il portellone (con le mani cariche di pacchi e buste) e quelle le maledette ti cadono a terra. Posa a terra tutto quello che avevi in mano e apri il portellone, metti tutti i pacchi a posto, chiudi il portellone e vuoi aprire l’auto ma ovviamente non hai le chiavi che hai lasciato sul suddetto portellone… torna indietro a riprendere le chiavi, vi riconoscete in questa scenetta?

Le tecnologie stanno cercando sempre più di semplificarci la vita e quest’invenzione è sicuramente una di queste. Se riesce ad aprirlo perfino un bambino con il suo piedino come nel video che vedete sotto. Forse era una donna che l’ha inventata? Che sa che quando si diventa genitori si dovrebbero avere 100 mani invece di due!


Potrebbero interessarti anche:

Cellulare per bambini bPhone U10

bPhone telefono

Mi hanno fatto provare un dispositivo cellulare dedicato all’infanzia, dai 3 anni in su, chiamato bPhone U10. Sinceramente mi sembrava esagerato un cellulare per un bimbo piccolo? Cosa se ne farà mai?

Poi mi hanno spiegato che è nato dall’esperienza dell’Ing. Rimonti, l’amministratore di Giomax, che perse per pochi, interminabili minuti suo figlio di 4 anni all’epoca: “Abbiamo accettato la sfida di investire noi stessi progettando il miglior dispositivo possibile, affinché potesse essere non solo utile al genitore come cerca-persona (il prodotto ha un GPS che permette di poterlo localizzare da remoto), ma anche, e soprattutto, educativo per il piccolo.”

Con il bPhone U10 il tuo bambino può chiamare te ed altri 2 contatti da te scelti, ovviamente è semplicissimo da usare ci sono pochi tasti e molto chiari… sto’ pensando che potrebbe essere utile anche per mia mamma che non ha mai avuto un buon rapporto con i telefoni cellulari tradizionali, nemmeno quelli pensati proprio per le persone anziane.

Rintraccia il tuo bPhone in qualsiasi momento, anche in remoto. Solo i tre contatti registrati sul bPhone possono rintracciarlo, Scrivi semplicemente un SMS dal testo: TROVA.

Come_funziona_112_001

 

E’ un dispositivo di emergenza, infatti permette di chiamare il 112 ovvero il numero Europeo di Emergenza viene visualizzato. Premi il testo verde per chiamare.

Indossabile: ha un laccetto con chiusura di sicurezza che permette d’indossarlo serenamente al collo.

Batteria a Lunga Durata. Più di 10 giorni di durata in stand-by.

In tre colori moda unisex e con vernice speciale anti-microbica.

Universale: Il bPhone U10 funziona con TUTTI gli smartphone, nessuno escluso.

Sinceramente avevo pensato di regalarlo alla figlia di una mia amica che ha proprio l’età giusta ma First non l’ha voluto lasciare O_o!

Ha detto che siccome io quando siamo in viaggio li riempio di bigliettini e braccialetti perché ho paura che si perdano, lui si porterà dietro il suo nuovo cellulare bPhone U10 in modo da essere rintracciabile e poterci contattare a sua volta in qualsiasi momento… come dargli torto!


Potrebbero interessarti anche:

Partecipa anche Tu allo Zecchino Family Show

preview_manifesto Zecchino Family show

Partecipa anche Tu allo Zecchino Family Show

A me lo Zecchino D’oro ha sempre fatto tenerezza, tutti quei bambini che cantano! Quando i child erano piccoli avevamo tutti i CD e tutti i DVD, First le sapeva tutte, ma quando gli ho chiesto se volesse partecipare il suo no è stato categorico a lui piace solo ascoltarle.

Se invece i vostri figli o nipoti sono più spigliati c’è un’occasione per voi:

su DeAJunior (canale 623 di Sky ) è in arrivo lo “Zecchino Family Show”, un PROGRAMMA che unisce mamme, papà, figli e nonni IN DIVERTENTISSIME SFIDE DI CANTO e quiz musicali sulle note delle canzoni dello Zecchino D’Oro.

Stiamo selezionando le famiglie che parteciperanno al programma. La famiglia più Zecchino d’Italia, che avrà la possibilità di vincere un fantastico viaggio, potreste essere proprio voi o qualcuno di vostra conoscenza. Che aspettate a partecipare?

 Divertitevi a girare un piccolo video amatoriale con tablet o smartphone in cui cantate tutti insieme una canzone dello Zecchino d’Oro scelta da voi e inviatelo entro il 20 gennaio 2015 secondo le modalità descritte nella pagina dedicata al casting nel sito di DeA Junior. Potete inviarlo in allegato alla mail info@deakids.it o tramite il sito Transfer.

– Non dimenticate di inviare anche tutti i vostri dati, recapiti telefonici, indirizzo per poter essere ricontattati e anche le vostre fotografie con una mail in cui racconterete le caratteristiche della vostra famiglia. Dovrete anche compilare una brevissima scheda anagrafica che potete trovare sul sito Dea Junior.

Mi raccomando, il casting è aperto a tutti e per famiglia si intende anche nonni, zii, nipoti,…!


Potrebbero interessarti anche:

Viaggio ad Oxford in Inghilterra

Oxford

Come vi ho detto sono stata in vacanza a Londra, poi ho proseguito il viaggio ad Oxford in Inghilterra.

Insieme a mia Sorella e alla mia amica inglese Maria, abbiamo fatto più che altro giri per negozi anche perché i prezzi erano migliori di Londra, c’era il negozio Poundland che aveva tutto ad un pound e Primark per i vestiti economicissimo, a tre piani infatti abbiamo fatto più di una puntata al suo interno :-) L’immancabile H&M in cui ho acquistato due maglie a righe spendendo in tutto 10 sterline.

Andavamo anche per supermercati, perché stavamo in una casa in affitto e credo che anche per i prossimi viaggi farò così, è vero che è più lavorato l’appartamento ma molto più economico rispetto all’albergo dove si è costretti a mangiare fuori casa due volte al giorno.

Oxford (1)

Avevamo i bambini impegnati tutto il giorno al Summer camp, esperienza che li ha divertiti ma anche stancati, almeno i miei figli non sono abituati a fare tante ore di sport di seguito.

C’erano dei parchi bellissimi con mucche e cavalli, le immancabili anatre.

Siamo andati anche a fare il giro in bici facendo attenzione alla strada perché loro come sapete guidano all’incontrario rispetto a come siamo abituati noi.

Oxford (2)

 

Ci siamo portati la coperta e i panini per fare il pic-nic ed un giorno siamo andati su un fiume a fare una gita con la barca, ne abbiamo affittato una a remi ma c’era la possibilità di affittare anche una specie di gondola, davvero particolare ma secondo noi con tre bambini a bordo troppo difficile da manovrare.

barca Oxford

 

Oxford è la capitale delle università molto belle anche da visitare (sempre a pagamento) c’è il giardino botanico, il museo naturale e infinite chiese. Il castello diventato un albergo che prima era una prigione, e le torri delle università su cui salire, per vedere le guglie.

more oxford

 

Un giorno siamo andati un un campo a fare la spesa, un vero km zero, all’entrata c’erano i cestini, si raccoglieva quello che si voleva e poi si pagava, noi abbiamo scelto le more.





Potrebbero interessarti anche:

Il mio viaggio a Londra

londra

Il mio viaggio a Londra volevo farlo a 18 anni, l’ho fatto a 38 con i miei due figli ma va bene lo stesso 😀

La foto che vedete sopra l’abbiamo fatta all’interno del London Eye che credo sia un’attrazione che valga la pena visitare, avrete tutto il panorama ai vostri piedi, ai bambini è piaciuto anche perché non dura troppo per diventare noioso, solo 1/2 ora se fate il biglietto prima on line saltate anche la fila.

big ben

I primi quattro giorni, dei dieci che avevo prenotato li abbiamo trascorsi a Londra, gli altri sei ad Oxford insieme alla mia amica Maria che è anche l’insegnante d’inglese dei Child alla scuola Helen Doron.

London bridge

Il nostro albergo era vicino alla Tower of London (che purtroppo non abbiamo visitato, ma veramente fare tutto sarebbe costato davvero troppo, anche perché i bambini pagano, di meno ma pagano!) e al London Bridge, che per fortuna si visita gratis 😉 la sera si può fare anche una bella passeggiata, guardare i negozi e mangiare sul molo.

regina

Siamo andati da Hamley a farci la foto con la Regina Elisabetta, e abbiamo anche interpretato il nostro personale cambio della guardia.

cambio della guardia

Saremmo voluti andare anche a Legoland, da Londra sarebbe bastato prendere un treno da Waterloo per Windsor, ma avevamo poco tempo così ho pensato di partire da Oxford, dove invece stavamo più tempo e c’erano meno cose da fare.

Purtroppo da lì il viaggio prevedeva un cambio e durava un ora e mezza così abbiamo abbandonato l’idea anche perché ho visto che il parco è grande, e avremmo avuto poche ore per visitarlo. Magari ci torneremo l’anno prossimo e faremo con a Parigi al Disneyland Paris dormiremo all’interno del parco stesso.

Londra è una città molto grande molto caotica.

Il primo giorno per visitarla, abbiamo affittato uno di quei pullman a due piani, con il piano di sopra scoperto.

Con i Bambini è il modo più semplice per visitare una grande città secondo me. Perché riescono a vedere tutto senza stancarsi, ci sono anche le cuffiette per ascoltare la spiegazione nella propria lingua.

Così ci siamo resi anche conto delle tante cose da vedere quali veramente eravamo intenzionati a visitare, ad ogni fermata si può scendere e poi prendere il bus successivo. Il biglietto dura 24h, quindi in realtà li abbiamo usati per due giorni.

Compreso nel prezzo c’è anche una crociera sul Tamigi per vedere la città dal fiume, anche se devo ammettere che non si vede benissimo.

Dopodichè abbiamo preso la Tube, mi raccomando acquistate un guida di Londra e una cartina della tube, non è difficile da prendere perché è per colore, ma è davvero molto grande, se non volete perdere tempo inutile sbagliando metropolitana, vi conviene già in albergo fare il planner della giornata e le varie fermate da prendere.

I miei figli sono voluti andare ben due volte al parco di Diana a Kensington, molto bello, la prima volta ci siamo andati dopo essere stati al museo naturale, vicino c’è anche il museo della scienza che però i miei bambini non hanno voluto visitare, forse sono ancora piccoli per queste cose.

Dopo abbiamo fatto un giro ni Hyde park e siamo arrivati al parco di Diana, il giorno seguente li volevo portare al museo dei giocattoli e a quello dei treni ma loro hanno voluto tornare a Kensington Garden, in questo caso abbiamo preso la metropolitana diretta per Notting Hill dove ci siamo fatti una bella passeggiata è una quartiere molto schic.

Qualcuno è andato a visitare Harry Potter, il binario e anche gli studios, io sono invece andata all’università ad Oxford, sinceramente i miei figli non lo conosco e quindi mi è sembrato inutile andarci.

 




Potrebbero interessarti anche:

Preparativi da viaggio cosa mettere in valigia

valigia1

Anche quest’anno trascorreremo 15 giorni dalla nonna e dalla zia che vivono in Olanda. Ed io ho cominciato con i preparativi da viaggio, e soprattutto a scegliere: cosa mettere in valigia!

Il tempo certo non aiuta che lì fa’ sempre un po’ freschetto, non parliamo poi dei pesi e delle misure dell’aereo! Riuscire a far entrare tutto in uno spazio così ristretto e pure leggero ha del magico…

lista-vacanze

Ma quest’anno ho un asso nella manica, così le faccio imparare a queste compagnie aeree, ho scoperto il sito Tirendo che dà la possibilità di fare una lista dettagliata delle cose da portare e di stamparla, sono certa che così non dimenticherò nulla. Quest’anno poi che con la zia Auri e zio Dirk faremo anche due giorni di campeggio, non posso sbagliare.

Voi come vi organizzate con l’odiata valigia? Per fortuna i miei ragazzi sono cresciuti, così possono portarne una piccolina a ciascuno anche loro, quando erano piccoli con una sola valigia per tre era davvero un disastro.

Ho scelto la valigia Trunki per First.

Per intrattenere Second ho scelto la pista porta-macchinine Wheelie, per lui che da grande vuole fare il meccanico come il papà, quale regalo migliore?

La pista è a forma di ruota si apre completamente e ha due sezioni: una parte dove i vincitori ricevono le coppe e un’altro lato dove c’è l’officina meccanica per le riparazioni, so già quale sarà il suo posto preferito 😉

Sono certa che così organizzata sull’aereo si divertirà tantissimo e le due ore e mezza di viaggio passeranno in un lampo.

Non mi resta che augurare buone vacanze a tutti e senza stress per il bagaglio!


Potrebbero interessarti anche:

Cosa vedere a New York

900px-NYC_Top_of_the_Rock_Pano

Il regalo che mi farò per i miei 40 anni sarà andare a fare un viaggio a New York e in base alle disponibilità di tempo e denaro, vorrei visitare anche qualche altro posto dell’America, non ho ancora deciso, perché non ci sono mai stata e forse non ci andrò nemmeno più!

Vediamo un po’ cosa vedere a New York: la città è amministrativamente divisa in cinque distretti (borough): Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island.

L’utilizzo dell’acciaio nella costruzione dei grattacieli è uno degli elementi caratteristici dello skyline di New York, ho letto che sono talmente alti che a volte guardare in alto fa’ venire le vertigini. E che dei mulinelli di vento possono incanalarsi tra i grattaceli e arrivare a terra portandosi via, ombrelli e cappelli ad esempio.

Non vedo l’ora di vedere la statua della libertà che i francesi hanno regalato ai newyorkesi quando si sono liberati della dominazione inglese.

800px-New_york_times_square-terabass

Farò sicuramente un bel giro a Time Square, che è uno dei maggiori incroci del distretto newyorkese di Manhattan, all’intersezione tra Broadway e la Seventh Avenue e si estende dalla West 42nd Street alla West 47th Street. Ho scoperto che chi acquista un’appartamento lì, è obbligato a mettere un cartellone pubblicitario luminoso! Ho il sonno sensibile, credo che non potrei mai dormire in un luogo così luminoso di notte, ma da vedere deve essere sicuramente bello!

480px-Manhattan_at_Dusk_by_slonecker

The Empire State Building Con i suoi 381 metri di altezza (443,2 metri se si considera anche l’antenna televisiva sulla sua cima), è stato il grattacielo più alto del mondo fra il 1931 (anno del suo completamento) ed il 1973, quando furono inaugurate le Torri Gemelle del World Trade Center. Non gli faremo certo mancare una nostra visita!

800px-Cathedral_of_St._John

Cathedral of St. John con le sue guglie alte più di 100 metri, questa costruzione fa sfigurare gli altri edifici che gli stanno accanto. Può ospitare sino a 2200 fedeli. E’ la cattedrale in stile neogotico più grande di tutti gli Stati Uniti .

Il Ponte di Brooklyn (Brooklyn Bridge), è stato costruito tra il 1869 e il 1883 e collega Manhattan a Brooklyn e rappresenta una delle più belle attrazioni da visitare a New York.

E’ stato inaugurato il 24 maggio del 1883 e non c’è dubbio che è stato uno dei più grandi progetti di ingegneria del 19° secolo. Il Ponte di Brooklyn si estende sopra il fiume East River, tra Brooklyn e Manhattan ed è il ponte sospeso più grande al mondo.

Purtroppo è stato anche teatro di una tragica fatalità, le prime persone che lo attraversavano, non sapevano che i ponti sospesi oscillano, e quando lo sentirono muoversi, si fecero prendere dal panico e ci furono addirittura 12 morti tra i passanti.

central park

Central park è disposto su 800 acri, il parco contiene numerose attrazioni come: uno zoo, un finto castello, un anfiteatro, oltre che numerosi campi da baseball e basket e vari laghi artificiali.

New york è famosa anche per essere un gazzabuglio etnico, m’incuriosisce:

Chinatown è riuscita a sottrarre spazio a Little Italy, quartiere di immigrati con il quale Chinatown confina a nord. Secondo alcune stime il quartiere sarebbe abitato da circa 100.000 persone, ma secondo il censimento è difficile dare una stima esatta per via dell’alto numero di illegali e perché molti hanno difficoltà con la lingua inglese.

Ma essendo Italiana anche Little Italy anche se dalla metà del XX secolo, gli italoamericani hanno iniziato a trasferirsi in altri sobborghi cittadini più periferici e da allora l’estensione di Little Italy è andata riducendosi

Ogni anno, nel mese di settembre ha luogo la festa di San Gennaro, santo patrono di Napoli, che consiste in festa popolare della durata di circa due settimane con la processione lungo Mulberry Street.

Lo shopping di lusso (che non farò) lungo la Quinta Strada, ma che sarà sicuramente divertente percorrere.

cascate del niagara

Mi piacerebbe anche vedere le Cascate del Niagara, si può fare un tour che prevede la partenza da Manhattan in pullman verso l’aeroporto JFK, breve volo di circa un’ora fino a Buffalo, quindi di nuovo pullman fino alle Cascate del Niagara. E’ incluso anche il pranzo e l’escursione in battello sul Maid of the Mist. Di sera ritorno a New York City.

Per i miei bambini ho scelto:

l’American Museum of Natural History e il relativo Planetario, il Brooklyn Children Museum (il primo museo dedicato ai bambini!) e il Manhattan Children Museum (fondato poco dopo), l’Intrepid Sea, Air & Space Museum è situato su una portarei e di sicuro solleticherà la cuoristà dei più piccoli, infine il Children’s Museum of Art dove si invogliano i ragazzi ad osservare i diversi tipi di arte!

bigpiano

F.A.O. Schwartz (magari dopo un giro all’Apple Store di fronte), un negozio di giocattoli su più piani e dove hanno girato scene cult di film come Big e Mamma ho riperso l’aereo. Dicono che c’è un piano vero da suonare coni piedi che fa’ impazzire tutti i bambini. E poi ancora Tannen’s Magic Studio, il piu grande negozio di trucchi e magie del mondo, Red Caboose, specializzato in modellini di treni e il Books of Wonder dove, oltre ad essere una libreria interamente dedicata all’infanzia, un paio di giorni la settimana ci sono letture pubbliche di fiabe e racconti.

Sono certa che rimarremo tutti a bocca aperta da questa esperienza, anche perché noi in Italia siamo abituati agli spazi piccoli, vedere tutto in scala gigante sarà sicuramente impressionante! Se ce la faremo con il tempo potremmo visitare anche il New York Aquarium a Coney Island (Brooklyn), il Brooklyn Botanic Garden.

Mi piacerebbe anche affittare un auto e raggiungere Orlando in Florida per visitare anche il waltdisneyworld, dopo il Disneyland Paris ci vuole proprio :-)

Fonti: wikipedia, explore new york e viagginewyork.


Potrebbero interessarti anche:

Offerte Pasqua in Toscana con Bambini Travel: week end meraviglioso

“Sorrisi, natura, aria buona, tanto divertimento e Toscana” sono queste le
parole chiave del pacchetto Pasqua in Toscana che il portale
Bambinitravel.it ha preparato per le famiglie con bambini.

Un week end entusiasmante con Peppa, Topolino e Minnie con tanti giochi
divertenti.

Entusiasmanti caccia al tesoro e sfrenate baby dance, perfetti
per regalare un sorriso ai piccoli e un bellissimo ricordo per mamma e papà.

Chi ha la fortuna di viaggiare con i bambini sa benissimo che in alcune circostanze è molto difficile
gestire i piccoli inconvenienti che si possono trovare durante un week end:

  1. Spesso non è possibile a fare passeggiate lunghe, perché i bambini si stancano.
  2. Non si può cenare o pranzare in un ristorante carino, con i figli che corrono da un tavolo all’altro e
    disturbano i presenti.
  3. Anche trovare una camera ampia, adatta a 3 o 4 persone, può diventare difficile.Tutte queste problematiche sono state analizzate da un team di professionisti del settore turistico
    ed è stato creato il portale www.bambinitravel.it, un sito interamente dedicato
    all’organizzazione di vacanze per delle famiglie con bambini.Abbiamo dato una occhiata al programma di Pasqua 2014 in Toscana, che il sito ci propone sulla
    pagina http://www.bambinitravel.it/pasqua-toscana.php Nulla è lasciato al caso e tutto è descritto nei minimi dettagli.Il pernottamento è previsto in un delizioso hotel 3 stelle nel centro di Montecatini Terme (il
    pacchetto è all inclusive) con arrivo 19 aprile 2014.Nel giorno d’arrivo è consigliata una bellissima passeggiata al Parco Termale di
    Montecatini,
    (accesso gratuito) dove i bambini possono giocare tranquillamente, perché l’area
    del parco è chiusa al traffico.
    Si possono anche noleggiare biciclette e macchine elettriche per i bambini, oppure concedersi qualche
    minuto di jogging o un bel giro con pattini e skate.Il giorno di Pasqua, tutta la famiglia potrà andare allo Zoo di
    Pistoia
    , consumare il Gran Pranzo di Pasqua nel ristorante specializzato
    per bambini, gustando prelibatezze locali, per poi partecipare alla Caccia al tesoro insieme a Minnie e
    Topolino e alla scatenatissima Baby Dance alla quale si unisce anche Peppa Pig.

    Dopo quest’avventura fantastica, i bambini sono invitati ad un divertentissimo Pizza
    Party
    , dove animatori esperti renderanno indimenticabile la serata.

    Il Lunedì di Pasquetta la famiglia potrà andare a visitare Collodi, scoprendo la
    magia e l’incanto della favola del burattino più famoso al mondo, Pinocchio.

    L’intera filosofia di Bambinitravel.it si basa su un semplice concetto: se i bambini sono
    coinvolti in attività adatte alla loro età e stimolati in giochi a misura di bambino, la famiglia intera sarà
    coinvolta, il soggiorno sarà bellissimo e tutti vorranno ritornare l’anno prossimo.

    Sicuramente un servizio che mancava.

    Per maggiori informazioni

    www.bambinitravel.it

    Guarda il Video!

     


Potrebbero interessarti anche: