Informazioni sulla conservazione delle cellule staminali

cellule staminali

Informazioni sulla conservazione delle cellule staminali

E’ vero che costa molto conservare le cellule staminali del proprio bambino?

Con STEMWAY BIOTECH hai fino al 100% di rimborso della tua spesa sanitaria nazionale.

Aspettate un bambino? Da oggi i servizi StemWay Biotech possono essere completamente gratuiti come le più importanti terapie sanitarie. Forse ancora non sai che numerose Società Assicurative e cassa sanitarie Aziendali, dal 2015 rimborsano dal 70% al 100% del costo per la conservazione privata delle cellule staminali del tuo bambino, ad ulteriore conferma della concreta utilità terapeutica di questo servizio.

Sono infatti sempre più numerose le famiglie che scelgono di conservare privatamente le cellule staminali del proprio figlio, alla luce delle sempre più numerose applicazioni terapeutiche esistenti, soprattutto in ambito di medicina rigenerativa, con la quale si riescono a rigenerare e curare i propri organi e tessuti utilizzando le proprie cellule staminali.

La conservazione delle cellule staminali cordonali per uso autologo (appartenente all’individuo stesso) è ormai una opportunità unica sempre più importante per la tutela della salute della propria famiglia, che consente di fatto di poter disporre, in qualsiasi momento della vita, di un proprio patrimonio biologico di cellule staminali adulte sane e pure (cellule che non hanno subito né contaminazioni ambientali o virali, né processo di invecchiamento).

Per maggiori informazioni contatta StemWay Biotech o verifica con la tua Assicurazione o Polizza Aziendale quale copertura assicurativa è stata prevista per la conservazione privata delle cellule staminali del tuo bambino. Se addirittura è stato previsto il rimborso totale di questo fondamentale servizio di prevenzione sanitaria per la tua famiglia, pensi ancora che possano essere siano terapie solo sperimentali?

01-1

Ho letto questa notizia: trapianto autologo di Staminali cordonali salva bambino di 3 anni.

Aver conservato le cellule staminali contenute nel sangue del proprio cordone ombelicale, ha salvato la vita ad un bimbo di tre anni al quale era stata diagnosticata un’anemia aplastica associata a epatite (HAAA). I medici hanno effettuato un trapianto di cellule staminali ematopoietiche, utilizzando il sangue del suo cordone ombelicale conservato alla nascita. Al trapianto è stata associata una terapia immunosoppressiva. Il giovanissimo paziente ha ottenuto un rapido attecchimento delle cellule staminali ematopoietiche e non si è verificato alcun rigetto. La notizia è stata riportata dal Transfusion and Apheresis Science, rivista scientifica internazionale, e evidenzia il grande risultato ottenuto.

Transfus Apher Sci. 2014 Dec 23. pii: S1473-0502(14)00259-6. doi: 10.1016/j.transci.2014.12.021. [Epub ahead of print]

 

 


Potrebbero interessarti anche:

Lista per farsi belle

mamma e adri (640x467)

In primavera complice il pensiero che presto dovremmo metterci in costume e l’indossare abiti leggeri che lasciano ben poco all’immaginazione, diventa necessario dedicare più tempo a se stesse.

Ho preparato tanti pdf soprattutto su blogfamily dedicati alla cura della casa, ai menu settimanali, alle pulizie ma mai per noi stesse. Sono la prima che si trascura tantissimo, trovo tempo per tutto e tutti tranne che per me stessa. Ho deciso che è arrivato il momento d’invertire la rotta, dedicando almeno mezz’ora a me stessa, per piacermi di più.

Lunedì: cura di mani e piedi, lavateli bene, grattateli con l’apposita spazzola, mettete la crema e un bello smalto.

martedì: cura dei capelli: andate dal parrucchiere a spuntarvi le punte o a cambiare taglio o meglio ancora colore di capelli.

mercoledì: cura del corpo e del viso.

giovedì: depilazione all’inguine con il metodo che preferite.

venerdì: cura anticellulite, fate un bello scrub , passate la crema anticellulite e se l’avete anche il rullo da massaggio (questo trattamento se avete pazienza andrebbe fatto ogni giorno).

sabato e domenica è festa quindi relax, prendersi cura di sé non deve essere un altro obbligo nella già lunga lista della vostra giornata.

Acquistate dei trucchi e portateli sempre con voi per farvi belle anche se siete fuori casa.

Prendetevi cura di voi anche dall’interno, bevete almeno due litri di acqua liscia al giorno. Mangiate solo cose leggere e con pochi grassi aggiunti, niente fritti, pochi formaggi e insaccati, così saremo tutte più belle e più snelle :-)


Potrebbero interessarti anche:

Depressione in gravidanza

Depressione in gravidanza

Depressione in gravidanza

Depressione in gravidanza

Vi avevo già parlato del post partum e del baby blues ma c’è una depressione insidiosa che può colpire anche durante la gravidanza.

Perché la gravidanza rappresenta una fase molto delicata a causa di tutti i cambiamenti ormonali, fisici ed emotivi che avvengono. È normale che ci si senta più sensibili e più fragili in questa fase. Inoltre molto spesso tale periodo è accompagnato da malesseri di tipo fisico come: stanchezza, nausea, costipazione, epistassi e altro ancora… che possono avere una notevole influenza sull’umore incidendovi in maniera negativa.

Un recente studio, pubblicato sulla rivista The Scientific World Journal, ha analizzato un gruppo di donne incinte riportando un dato molto sorprendente, ossia è risultato che: il 70% delle donne prese in esame presentava problemi di ansia e/o depressione. Sempre secondo tale studio le donne che sono maggiormente a rischio sono quelle che hanno una storia familiare di depressione o ansia, o che ne hanno già sofferto in passato in prima persona.

Quali sono i campanelli d’allarme?

È necessario precisare che esiste però differenza tra quella che è una vera e propria depressione clinica e quello che è solo un umore depresso o dei pensieri ansiosi.

I sintomi di una vera e propria depressione clinica sono:

- Tristezza, preoccupazioni e ansia prevalgono sulla gioia per la gravidanza.

- Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte o quasi tutte le attività.

- Pensieri suicidi

- L’idea di portare un’altra vita dentro di sé è angosciante o il bambino in pancia è vissuto come un corpo estraneo.

- Presenza di veri e propri attacchi di panico

- Perdita dell’appetito non dovuta alle nausee gravidiche o al contrario mangiare troppo in modo nervoso.

- Insonnia

- Mancanza di energia quasi ogni giorno

- Mancanza di autostima

- Sensi di colpa eccessivi

Nel caso si trattasse di una vera e propria depressione clinica la prima cosa da fare è chiedere aiuto e rivolgersi ad uno specialista.

Nel caso si tratti di semplice tristezza o se si ha una storia di depressione alle spalle e si vuole cercare di prevenire tale stato esistono dei comportamenti che possono aiutare:

- Dormire a sufficienza, ossia almeno sette ore a notte.

- Fare attività fisica, infatti, secondo uno studio pubblicato su Psychology & Health, il movimento fisico svolto con regolarità dalle donne incinte aiuta ad allontanare i sintomi di depressione, ansia e stanchezza.

- non isolarsi ma cercare la compagnia di altre persone anche se si ha la sensazione di non voler vedere gente.

- cercare di avere pensieri positivi.

La vita può essere complicata ma è bella e vale la pena di viverla serenamente, soprattutto in un momento come quello della gravidanza in cui ci si prepara a dare alla luce una nuova vita.

Futura Mamma

Debora Monica Ercolano

 


Potrebbero interessarti anche:

Come sponsorizzare i post su Facebook e perché.

Come sponsorizzare I post su Facebook e perché:

Come sponsorizzare i post su Facebook e perché.

Vai alla tua pagina aziendale di facebook, metti una foto, la descrizione e il link del post del blog che vuoi sponsorizzare. Prima fai andare un po’ il post da solo, poi quando vedi che le visualizzazioni si fermano: premi il pulsante “metti in evidenza post”. Comincerei con il minimo: un euro al giorno, quanti giorni dipende da quanto vuoi investire e da quanto va bene il post, perché arriverà un punto in cui si fermerà comunque, nonostante la sponsorizzazione.

Per il target da scegliere dipende da quello che c’è da sponsorizzare, si può individuare un’età, un luogo oppure più genericamente: inviarlo agli amici e agli amici degli amici.

Poi raggiunto il limite di pagamento, paghi con la carta di credito oppure con Pay Pal.

Perché farlo? Perché da quando facebook ha cambiato l’algoritmo i post a pagamento sono molto più visibili di quello che non lo sono, nonostante il proprietario di facebook disse tanti anni fa’ che la pubblicità era out ;-) .


Potrebbero interessarti anche:

La comunicazione prenatale tra mamma e bambino

comunicazione prenatale tra mamma e bambino

Durante le prime settimane di gestazione, la comunicazione tra mamma e bambino si può definire più di tipo psichico. Superate le 20 settimane circa la mamma è in grado di percepire i movimenti del suo bimbo, si parla proprio di una vera e propria comunicazione prenatale tra mamma e bambino che si svolge attraverso: carezze, massaggi, colpetti, tamburellamenti e conversazioni ad alta voce. Questi momenti sono molto emozionanti per le mamme e permettono di incentivare sia un armonico sviluppo psichico del bambino, sia di migliorare il legame tra la mamma e il proprio piccolino.

È molto importante riuscire a coinvolgere anche il papà in questa comunicazione, infatti il bambino prenatale ha la capacità di rispondere non solo alle stimolazioni materne ma anche a quelle paterne. È possibile instaurare un dialogo fatto di colpetti, cui seguono altri colpetti e tamburellamenti sul pancione. Il bambino oltre ad ascoltare il nostro suono della voce e in grado di percepire anche i suoni esterni, superate le 21 settimane, infatti potrebbe anche capitare che il bambino sobbalzi ai suoni forti. Per questo motivo anche la musica può essere utilizzata come mezzo di comunicazione. Ascoltare musica rilassate aiuta a rilassare anche il bambino, in particolare sembra tra i suoni più piacevoli, che hanno l’effetto di tranquillizzare il piccolino, ritroviamo le sinfonie di Mozart.

Un ottimo momento per comunicare con il bambino è rappresentato dal dopo pasto poiché risulta più sveglio e attivo. Inoltre, il bambino è in grado di assaporare ciò che mangiamo, in particolare sente molto i sapori dolci e speziati. Sempre intorno alla ventesima settimana di gravidanza le cellule olfattive sono già presenti nella mucosa nasale e sono pronte a recepire gli odori. Il feto grazie ad una sovrabbondanza di papille gustative nella lingua e nel palato, ha addirittura una capacità superiore rispetto a un adulto di percepire i sapori.

Prendersi dei momenti di tranquillità e silenzio, magari stese sul letto a non far nulla o ad ascoltare musica, permette di riuscire ad ascoltare il proprio bambino. Già quando sono nel pancione sono in grado di fornire indizi sul loro carattere e modo di essere. È già possibile capire se ci troviamo di fronte un dormiglione o un piccolo terremoto.

Il mio caso? Un piccolo terremoto che non stai mai fermo, e tu?

Futura mamma

Debora Monica Ercolano

 

 

 


Potrebbero interessarti anche:

Il settimo mese di gravidanza

il 7° mese di gravidanza

Il settimo mese di gravidanza 

Il settimo mese di gravidanza parte da 26 settimane+3 giorni e termina e 30 settimane 4 giorni. Arrivate a questo punto sappiate che è normale sentirsi stanche della gravidanza e iniziare a domandarsi se si è pronte per tutto quello che ci aspetta. In questa fase può aiutare molto condividere i propri pensieri con altre donne in attesa ad esempio durante il corso pre-parto.

Vediamo cosa accadete in questo mese, settimana per settimana:

26 settimane: in questa settimana il nostro piccolino dovrebbe misurare circa 35 cm e pesare intorno ai 760g. In caso siate in attesa di un maschietto, sappiate che i suoi testicoli stanno per scendere verso lo scroto. Per quanto riguarda noi mamme, è possibile che si possa riscontrare un leggero aumento della pressione sanguigna, in tal caso parlatene con il vostro medico ma allo stesso tempo non preoccupatevi, è normale. Arrivate a questa settimana è arrivato il momento di iniziare a pensare seriamente al parto e quindi di iniziare a pensare ai particolari (epidurale, parto in acqua ecc) nel caso abbiate la possibilità di decidere come vorrete che avvenga il travaglio e il parto.

27 settimane: In questa settimana il bebè misura circa 36 cm e a un pesa di circa 870 g. Il suo cervello è in pieno sviluppo, apre e chiude gli occhi, si sveglia ad intervalli regolari e verso la fine di questa settimana, secondo molti esperti, inizia a sognare. Le meno fortunate potrebbero andare incontro a fastidi come crampi muscolari, emorroidi e vene varicose.

28 settimane: il bambino, in questa settimana, di solito arriva a superare 1 kg di peso e misura circa 38 cm. In questa fase inizia l’accumulo di grasso che lo preparerà alla vita fuori dal pancione. Il seno potrebbe già aver iniziato a secernere il colostro.

29 settimane: il bebè pesa circa 1,1 kg ed è lungo quasi 38 cm. Se avete fatto ginnastica fino ad ora, in questa fase se potete continuate. La ginnastica, infatti può rivelarsi molto utile nel affrontare il parto e il travaglio. Altrimenti è bene iniziare ad inserire esercizi, anche di tipo respiratorio. Alzarsi dal letto a questo punto potrebbe non essere un gesto più tanto semplice e naturale, mettersi sul fianco con le ginocchia piegate può aiutare molto.

30 settimane: il nostro bambino al momento misura intorno ai 40 cm e continuerà l’aumento di peso fino alla nascita. I fattori che influenzano il suo peso sono diversi, il nostro peso di partenza, il sesso (i maschi di solito sono più grossi), la statura nostra e del papà, un eventuale diabete, il fumo e il numero di chili presi in gravidanza.

 

Debora Monica Ercolano

Futura mamma


Potrebbero interessarti anche:

Uova di Pasqua 2015 Dolci Preziosi

prezionsi dolci sorprese

Uova di Pasqua 2015 Dolci Preziosi

Ormai le uova di Pasqua ci sono per tutti i gusti ma non sempre qualità della cioccolata e delle sorprese di equivalgono. Ho trovato un buon compromesso nelle uova della linea di uova di Pasqua 2015 di Dolci Preziosi, voi avete già scelto quelle da acquistare per i vostri figli?

Ve le ricordate le sorprese delle vostre uova di Pasqua quando eravate piccoli? Una delusione! Per fortuna sono migliorati… adesso non c’è personaggio che non piaccia ai nostri figli, di cui non abbiano fatto l’uovo di Pasqua corrispondente con relativa sorpresa. Ad esempio: Violetta, Sam il Pompiere, Chica Vampiro e Big Hero 6, Spongebob e tanti altri ancora…

Una delle novità, che piacerà anche ai più grandi, è Star Wars. Le sorprese della saga che ha segnato la storia del cinema saranno in esclusiva nelle uova Dolci Preziosi. Si tratta della licenza numero uno in Europa e più conosciuta al mondo che, con il nuovo capitolo in uscita nelle sale a fine 2015, mette d’accordo grandi e piccini.

Second ha scelto le tartarughe Ninja Turtles, sull’uovo c’era una maschera che credo proprio utilizzeremo l’anno prossimo per il travestimento di carnevale e all’interno uno skateboard a corda che ha fatto girare per tutto l’appartamento O_o.

First invece ha preferito Doraemon, è il suo cartone animato del momento e gli ho dovuto anche preparare i Dorayaki, i dolcetti che Doraemon mangia in continuazione. Come sorpresa è uscito un astuccio di colori con i disegni del personaggio da colorare, cosa che lui prontamente si è apprestato a fare.

Con gli avanzi del cioccolato (se mai doveste averne) potete preparare un’ottima crostata al cioccolato, oppure dei muffins golosi.

uova di Pasqua con sorpresa

Questa Pasqua mamme e bambini possono sorridere e godersi il momento della sorpresa, con la garanzia di un prodotto eccellente. Uova realizzate con goloso cioccolato al latte e senza glutine, che tutti possono gustare. Sorprese divertenti, uniche e testate dall’Istituto Sicurezza Giocattoli. Un prodotto interamente realizzato in Italia, disponibile in quattro versioni da 40, 200, 240 e 320 grammi. E un rapporto qualità prezzo decisamente ottimo.

Insomma ce n’è per tutti i gusti, perché anche quest’anno Dolci Preziosi ha pensato ai suoi migliori clienti, i bambini senza dimenticare l’attenzione degli adulti per la qualità di un alimento ghiotto come il cioccolato.

Tutti i prodotti di Dolci Preziosi sono fatti in stabilimenti italiani, industrialmente controllati o compartecipati, e tutti certificati secondo la normativa. Per merende e momenti di sorpresa gustosi e divertenti.

Non mi resta che augurarvi Buona Pasqua a tutti!


Potrebbero interessarti anche:

Sei forte papà!

sei forte papà

Non so se vi ricordate quando Wind ha lanciato, un po’ di tempo fa’ in rete, il cortometraggio intitolato “Papà,”: è la storia di un uomo che decide di mettersi in viaggio per andare a parlare con il papà che non vede da tempo. Perché le tecnologie possono farci rimanere in contatto con le persone care che abbiamo lontane (ed io lo so bene che ho mamma e mia sorella in Olanda) ma nulla può sostituire il calore di un abbraccio.

Siete d’accordo con me? I nostri figli stanno crescendo in un mondo fortemente digitalizzato, spero che non si perderanno il calore del contatto fisico, la magia di guardarsi negli occhi o di guardare insieme nella stessa direzione.
Purtroppo si vedono sempre più ragazzi piegati su uno smartphone o attaccati ad una console. Noi che sappiamo quando può essere “reale” la vita vera dobbiamo insistere per fargliela apprezzare e provare.

Se non avete già visto il video di cui vi sto parlando non potete perdervelo è davvero un piccolo film, molto emozionante e sono certa che vi scapperà anche la lacrimuccia quando lo vedrete ;-) . Questa volta oltre che nel web avremo la possibilità di vederlo anche in TV e al cinema ma solo per la festa del papà il 19 marzo.

Se anche voi vi siete un po’ persi con il vostro papà o semplicemente non gli dedicate abbastanza tempo, presi dal tran tran quotidiano, approfittate della sua festa per dare un abbraccio al vostro babbo e dirgli: “Sei forte papà!”.

Seguite l’iniziativa lanciata da Wind per il 19 marzo: così saremo “più vicini a tutti i papà” :-D


Potrebbero interessarti anche:

Giornata Mondiale del Sonno (World Sleep Day)

(World Sleep Day)

Il 13 marzo 2015 si terra’ la giornata Mondiale del Sonno (World Sleep Day), uno giornata che ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione mondiale sull’importanza di una buona qualità del sonno. La giornata Mondiale del Sonno cambia la data di anno in anno, in quanto si svolge il venerdì prima dell’equinozio di primavera. Un’eccessiva sonnolenza e la mancanza di sonno mettono a rischio lo stato di salute ed è per questo motivo che è molto importante offrire a tutti la possibilità di avere una migliore conoscenza del sonno, inoltre, è fondamentale trasmettere e dare la consapevolezza del fatto che la maggior parte dei disturbi del sonno sono prevenibili o curabili, infatti, è stato riscontrato che meno di un terzo dei soggetti con patologie del sonno si rivolgono al medico.

I dati degli ultimi anni mettono in luce quanto questo problema sia diffuso e quanto possa influenzare negativamente lo stato di salute della persona. L’insonnia colpisce tra il 30 ed il 45% della popolazione adulta, la sindrome delle apnee ostruttive durante il sonno (OSAS) colpisce approssimativamente il 4% degli uomini e il 2% delle donne della popolazione adulta, la sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo frequente e colpisce il 3-10% della popolazione.

In caso di disturbi del sonno la prima cosa da fare è rivolgersi ad un medico, e in situazioni di gravi problematiche la cosa migliore è chiedere aiuto ad uno specialista in Medicina del Sonno. Inoltre esistono delle semplici regole che permetto a tutti di migliorare la propria qualità del sonno.

Magnigel Memoform Standard_1

Le regole di igiene del sonno per adulti:

1. Andate a letto e alzatesi sempre alla stessa ora

2. Se siete abituati a dormire durante il giorno, non fatelo per più di 45 minuti

3. Evitate l’assunzione eccessiva di alcool almeno nelle 4 ore prima del momento di coricarsi e non fumate.

4. Evitate la caffeina nelle 6 ore prima del momento di coricarvi. Questo include caffè, tè e molte bevande gassate, così come il cioccolato.

5. Evitate cibi pesanti, speziati o particolarmente zuccherini almeno 4 ore prima del momento di coricarsi. Un leggero snack prima dio coricarsi è accettabile.

6. Fate attività fisica regolarmente, ma non prima di coricarvi.

7. Usate un letto confortevole.

8. Mantenete una temperatura confortevole nella stanza da letto e mantenete ventilate la stanza.

9. Evitate tutti i rumori ed eliminate la luce ambientale per quanto possibile.

10. Usate il letto per dormire e fare sesso. Non usate il letto come un ufficio, studio o stanza di ricreazione.

 

Le regole di igiene del sonno per bambini (fino a 12 anni di età):

1. Andate a letto alla stessa ora ogni note, preferibilmente prima entro le 21.00.

2. Utilizzate degli orari di sonno consoni all’età.

3. Stabilite e mantenete routine costanti per andare a letto. 4. Rendete la stanza da letto favorevole al sonno: fresca, buia, e tranquilla.

5. Incoraggiate Vostro figlio ad addormentarsi da solo/a.

6. Evitate l’esposizione a luce intensa al momento di andare a letto e durante la notte, e aumentate l’esposizione alla luce al mattino.

7. Evitate pasti abbondanti/pesanti e l’esercizio fisico sostenuto in prossimità del momento di coricarsi.

8. Mantenete tutti gli apparecchi elettronici, inclusa la televisione, il computer e il cellulare fuori dalla stanza da letto e limitate l’uso di questi apparecchi in prossimità del momento di coricarsi.

9. Evitate la caffeina, incluse molte bevande gassate, il caffè e il tè (come anche il tè freddo).

10. Mantenete degli orari regolari, inclusi gli orari dei pasti.

Futura Mamma

Ercolano Debora Monica

 


Potrebbero interessarti anche:

Festa di compleanno ballerina

cup cake ballerina

Festa di compleanno ballerina

La mia amica Bruna ha colpito ancora, ha realizzato una meravigliosa festa di compleanno a tema ballerina per una piccola danzatrice.

La torta è classica proprio come le ballerine, il nostro classico Pan di Spagna però al cacao ricoperto con ganache al cioccolato bianco (basta scioglierlo al microonde funzione defrost) con crema aromatizzata alla pasta di nocciola!

PER LA CREMA ALLA NOCCIOLA:

60 gr di nocciole tostate e tritate (o pasta di nocciola), 50 gr di amido di mais, 100 gr di zucchero a velo, 100 gr di cioccolata bianca, cacao amaro, 70 gr di burro, 100 ml di latte.

torta ballerina

Ad una festa realizzata da Bruna non potevano certo mancare i macarons, un suo cavallo di battaglia.

11008826_411679952333287_8004851355502093526_n

I biscotti con le scarpette, cliccate sul link per avere la ricetta.

biscotti ballerina

E le bibite frizzanti rigorosamente rosa!

bibite ballerina

Tutto il necessario di carta potete acquistarlo su Amazon, come abbiamo fatto noi.


Potrebbero interessarti anche: